Cieli neri

Senza categoria

Questi cieli neri

arrivano d’estate e

si dissolvono nel nulla

dopo avere pianto.

Fanno spazio ad un azzurro

che sa di nuovo

ed infinito.

Le gocce sono ormai rimaste a terra.

Piccoli specchi dove ti puoi tuffare dentro.

Quando ero bambina aspettavo il temporale seduta sopra le gambe del nonno Aldo .

Uomo emiliano di vecchie generazioni conosceva bene l’odore dell’aria che cominciava a prendere nuove forme .

Lo aspettavo trepidante piena di paura e di eccitazione.

I campi infiniti di grano appena mietuto , le mucche che iniziavano ad entrare nella stalla.

Mio nonno mi è rimasto addosso insieme a quei campi e quel cielo che cambiava repentinamente colore per poi ritornare in un blu intenso che sembrava non ci fosse mai stato prima .

Rimanevano le pozzanghere intrise di terra dove poterci mettere i piedi scalzi e ridere giocosamente .

Nonno , uomo saggio che sapeva cos’era la vita e rimaneva nella terra guardando il cielo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...