Tracce del passato

A volte il passato ci insegue come un fantasma . E ci spaventa.

Quella paura che non abbiamo elaborato si ripresenta puntualmente nei momenti in cui cerchiamo di spiccare il volo.

Ma se la guardiamo con occhi diversi capiamo che quelle tracce ci hanno forgiato e trasformati in quello che siamo.

Non esiste il passato ma questo istante.

Il futuro va scritto senza paura.

L’ origine

Mi desti alla luce in un campo di grano che illuminava la notte.

La terra si bagno’ del tuo fecondo sangue e rossi papaveri mi inondarono il cuore.

Quel rosso divento’ passione e lacrime e le radici di quell albero rimasero lì ad aspettarmi.

Le emozioni

Vanno, vengono, ogni tanto si fermano e ti travolgono come un uragano.

Ti accarezzano a volte, oppure ti stordiscono come se tu fossi ubriaco, ti prendono le viscere e te le attorcigliano come delle corde .

Viverle appieno non è cosa da tutti

Andare su una giostra che gira vorticosamente fa girare la testa e perdere i sensi.

Per scalare le montagne e scendere negli abissi ci vuole allenamento.

Del cuore e dell’anima .

Il flusso della vita

Siamo abituati a categorizzare tutto, inscatolare, chiudere entro confini ben definiti le nostre esperienze, le gioie e i dolori, i ricordi, le perdite, le conquiste, i passaggi ….

E invece la vita ha un suo percorso , non ha calendari, ne date ne cassetti dove poter fermare e mettere dentro il suo inarrestabile divenire.

Quello che possiamo fare è danzare con la sua musica, fluttuare sulle sue onde , finché lei ce lo permetterà. La nostra coscienza ci dirà di fermarci a guardare come degli spettatori ma il nostro cuore ci farà entrare nei suoi meandri nascosti che ci regaleranno felicità.