La paura

Arrivo’ la paura. Quel giorno. Senza preavviso busso’ alla mia porta.

Era estate e le valigie lì, pronte per un viaggio. Non avevo tempo .

Lei se ne ando’ ed io partii.

E poi venne l’autunno e le foglie degli alberi si vestivano di colori caldi e passionali.

Quel giorno avevo lasciato una finestra socchiusa e lei entro’. Ancora,senza una telefonata.

Alzai lo sguardo e la vidi. Rimasi immobile e attonita.

Lei si avvicino’ , con un passo di danza , e mi prese le mani.

Da quel giorno non ci siamo piu’ lasciate.

Unisciti ad altri 70 follower

Tutto scorre …

Tutto scorre e niente sarà come prima ….

Tutto scorre come l’acqua che scende dal torrente… mi piace restare qui ogni mattina e rubare tanti attimi per sentire ogni mio respiro e disattivare ogni pensiero dettato dalla ragione.

Lo sento il sole che scalda la mia pelle e la brezza che si insinua tra i miei capelli.

E resto muta perchè le mie parole intralcerebbero cio’ che la natura mi sta comunicando.

E’ in questo luogo che le EMOZIONI ritrovano una dimensione di profondo contatto con la natura e me stessa.

E rimango nell’attesa di un rinnovato incontro in questo incanto di primavera.